Da ” News Biella . It “

http://www.newsbiella.it/

“Candelo città possibile” si getta nella mischia

La lista aperta di ispirazione civica presenta il suo candidato Renzo Belossi.

Anche “Candelo città possibile” dopo un periodo di rodaggio si butta nella mischia delle elezioni amministrative e si presenta questo sabato, 15 marzo, ai candelesi per raccogliere le idee e le proposte direttamente dai cittadini.
Alle ore 17 presso il salone polivalente del centro socio culturale le Rosminiane di via Cerventi a Candelo. “Sarà un’occasione – dicono i sostenitori della lista – per incontrare i cittadini e per discutere insieme su come vorremmo il nostro paese nei prossimi 5 anni; per raccontare il lavoro fatto sino ad oggi, condividerlo e arricchirlo con il contributo di ogni singola persona; per iniziare a progettare la nostra Città futura, e farla uscire dalla forte crisi, toccando i temi dei giovani e del sociale, dell’ambiente e di una nuova gestione del territorio, della cultura, del turismo, del come attrarre nuove risorse economiche, dell’innovazione e della partecipazione attiva dei cittadini alla vita amministrativa, sempre con i piedi per terra ma con lo sguardo rivolto al futuro”. Sabato sarà anche l’occasione per presentare il candidato Sindaco, il ventinovenne Renzo Belossi, attuale consigliere di minoranza di Candelo Democratica, impiegato nella Società Expo 2015 di Milano.
Belossi è impegnato nelle attività sociali di Candelo rivolte ai giovani, prima nel centro di aggregazione giovanile “Pigi” e nei vari progetti giovanili comunali e provinciali e poi come presidente dell’Associazione “Progetto Giovani”. Nel corso dei cinque anni in consiglio comunale si è occupato da vicino dei temi legati al bilancio, facendo parte, come vice-presidente, della commissione bilancio, alla trasparenza e all’ambiente.

A comporre la squadra dell’aspirante sindaco ci saranno molti volti nuovi della società candelese, molti dei quali giovani: “Siamo fortemente convinti – concludono da Candelo città possibile – che il cambiamento politico-sociale debba partire proprio dalle piccole amministrazioni locali, grazie all’apporto dei tanti giovani, capaci e preparati, che credono e amano il proprio territorio, senza trascurare le tradizioni e l’esperienza di chi ha già amministrato, con lo sguardo rivolto al domani”.

A chiudere l’incontro un concerto della cantautrice biellese Marella Motta.

(11 marzo 2014)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...