Bilancio 2014, un’astensione “a tempo”…che stringe

20140730-222416-80656504Ieri sera si è tenuto il consiglio comunale in cui è stato approvato il bilancio di previsione del 2014.

Come Candelo Città Possibile ci siamo astenuti in quanto ritieniamo che ad oggi il bilancio non sia altro che la “fotocopia” di quello del 2013, ingessato fortemente dai tagli ai trasferimenti e con una difficoltà ormai cronica di avere certezza sulle entrate, con ciò abbiamo espresso comunque forte perplessità sulla mancanza di una visione di sviluppo complessivo e sulla tassazione IMU seconda casa, che colpisce con un aliquota del 10,20 per mille piccoli imprenditori e artigiani e anche le aliquote agevolata per il commercio, del 9,50 per mille, non aiutano molto questo settore e sono del tutto inique rispetto al 3,50 per mille sulle casa di lusso!  Anche l’addizionale IRPEF rimane al 0,8% (massimo di legge) e questo colpisce indistintamente pensionati e lavoratori e riteniamo che debba essere rivista con la possibilità di scaglioni per fasce di reddito. Rimangono aperte altre questioni, a partire dalla riduzione della Tariffa Rifiuti (TA.RI.) per i possessori di composter, visto che il Comune non avrà i soldi per darli a tutti i candelesi che faranno richiesta e quindi la riduzione rimarrà un miraggio o appannaggio di pochi, pur apprezzando alcuni sforzi della nuova Giunta  sulla riduzione delle indennità, sulla tassazione TA.SI che non non inciderà sugli affittuari e avrà un’aliquota contenuta e umana e sul potenziamento economico dei fondi di solidarietà, tutti punti del nostro programma e su cui in passato siamo già intervenuti con proposte specifiche che conferma il fatto, da parte nostra, di aver “fatto scuola” con idee buone e fattibili e finalmente messa in pratica.

In conclusione il nostro voto di astensione non è una fiducia in bianco e nemmeno un arretramento, bensì un modo per garantire ai candelesi quanto di buono c’è e nello stesso tempo verificare quanto l’amministrazione Biollino-ter farà rispetto al dichiarato.Rimaniamo in attesa di vedere fatti concreti e puntuali e diciamo alla Giunta e alla maggioranza di stare attenti a non far scadere il tempo, perché i cittadini si aspettano tanto e forse, giustamente, in tempi stretti!!! Il tempo del detto e non fatto è terminato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...