#PiazzaCastello #PQU #Commercio Riflessioni sul Piano di Qualificazione Urbana del Comune di Candelo

Nell’ultimo Consiglio Comunale di Candelo, di lunedì 19 ottobre, è stata affrontata la variazione al Piano Triennale OO.PP. e del bilancio di previsione, al fine di inserire l’opera denominata ”Piano di Qualificazione Urbana” che interessa Piazza Castello e Vie limitrofe. Sul tema a nome del gruppo Candelo Città Possibile abbiamo chiesto di seguire e visionare il progetto, non sapendo a che livello di progettazione si era giunti e sulla nostra richiesta il Sindaco e l’Assessore hanno dichiarato che l’avremmo visto in Commissione Tutela del territorio e sarebbe anche iniziata una fase di discussione/confronto con i commercianti e i candelesi. Risultato? Giovedì 22 ottobre ricevo la Delibera di Giunta n.138 del 19/10/2015 con cui viene approvato il Progetto Esecutivo del “Programmi di Qualificazione Urbana .- “Percorsi Urbani del Commercio”. Lavori di riqualificazione di piazza Castello e via Mazzini. Approvazione progetto esecutivo “, delibera assunta nemmeno un’ora dopo il  Consiglio!

Possiamo comprendere la ristrettezza dei tempi per l’avvio dei lavori, anche imposti dal bando della Regione Piemonte, però perché dire, poco più di mezz’ora prima, che avremmo visionato il progetto, nella apposita Commissione, e che sarebbe cominciato un momento di confronto con i cittadini e chi si occupa del commercio???

C’era tutto il tempo, prima dell’approvazione del progetto, affinché la Giunta proponesse alla Commissione, che presiedo, di  vedere gli interventi anche di massima o in bozza; ma cosa più grave e che non comprendo, è che senso ha, oggi, discutere con i diretti interessati dagli interventi, esercenti e candelesi, visto che il progetto esecutivo è stato approvato ed è quello che ufficialmente sarà posto a base di gara e quindi non più modificabile, se non con varianti in corso d’opera, possibilità evitabile se solo si fossero organizzati, prima, degli incontri dedicati, visto che i lavori cambieranno fisionomia della viabilità e degli spazi pedonali e parcheggi.

Comunque ho richiesto, non appena avuta notizia della delibera, tutta la documentazione progettuale approvata, al fine di prendere compiuta visione e poter dare ai candelesi spiegazioni sugli interventi che avranno possibili criticità per la Piazza Castello.

Purtroppo non possono non rilevare, ancora una volta, come una scelta che riguarda gran parte del paese, pur positiva in via generale, venga calata sui candelesi continuando a dire che si è aperti al confronto: certo confronto a cose fatte!

Candelo, 23 ottobre 2015

Renzo Belossi

Capogruppo “Candelo Città Possibile” e

Presidente Commissione Tutela Territorio

#consigliocomunale Grazie a Candelo Città Possibile, si é parlato di tasse non pagate, piano viabilità e manutenzione strade

image

Nel Consiglio Comunale di lunedì 19 ottobre si è discusso, fra le altre cose, delle interpellanze di Candelo città possibile riguardo gli insoluti della tasse comunali  (ICI, IMU,TASI, Tariffa Rifiuti), il piano viabilità e la manutenzione delle strade.

Per quanto concerne la questione insoluti si è fatto il punto della situazione per le somme recuperate a partire dall’approvazione del bilancio di previsione del luglio 2015, ottenendo un quadro aggiornato e l’impegno, su nostra richiesta, da parte dell’Assessore alle Finanze di riferire periodicamente l’andamento della riscossione. Nonostante i piccoli progressi restiamo perplessi sulle responsabilità passate dell’attuale Sindaco, accortasi solo nel 2015 di questo “buco” e allo stesso modo convincono poco i silenzi rispetto il lavoro svolto dalla Società in house “I Borghi”. La Società infatti gestisce parte dell’ufficio tributi e per questo, con la nostra interpellanza chiedevamo alla Giunta di svolgere un approfondito esame sull’operato dell’Amminsitratore unico e sul lavoro svolto in generale, anche per accertare e capire eventuali responsabilità politiche, amministrative o tecniche della faccenda. Indagine doverosa parlandosi comunque di denaro pubblico, visto che si parla di denari pubblici non amministrati con la dovuta efficacia.

Atro tema affrontato è il piano viabilità del nostro Comune e la manutenzione, carente, delle strade. A distanza di un anno e mezzo dalle prime discussioni sul tema del riassetto della viabilità cittadina non sembra esserci ancora, da parte della Giunta, un orientamento definito. Pur condividendo l’impostazione generale di tutelare i pedoni e le fasce deboli , anche diminuendo il traffico, l’idea base sembra confusa. Non  comprendiamo il non voler intervenire su Via Molignati, San Sebastiano, corso Libertà e alcune vie minori. Sperimentando magari in alcuni tratti sensi unici di circolazione richiesti più volte dai candelesi desiderosi di maggiore sicurezza. Nessuna risposta è stata data sul perchè per ben 6 mesi piazza Castello sia stata chiusa nel fine settimana senza alcun evento. Restiamo fiduciosi e attendiamo quanto prima, un idoneo piano urbano del traffico, come chiediamo da più di un anno, visto anche che é stato incaricato un professionista esterno pagato proprio per questo.

Ultimo tema trattato è stata la manutenzione delle strade. L’assessore Lacchia si è un impegnato ad intervenire per gli anni 2016 e 2017, con la volontà espressa di accendere mutui specifici per eseguire le manutenzioni partendo dalle strade in peggior stato manutentivo e più esterne. Questa era ed è una nostra richiesta, non solo da oggi, e siamo convinti che aver posto continuamente l’attenzione in tal senso abbia accresciuto la consapevolezza della problematica nel Sindaco e nella Giunta. Con tali interventi si porrà forse un doveroso contrappeso ai lavori del Piano Qualità Urbana riguardante l’area centrale del paese (oggetto della variazione di bilancio) poichè è giusto pensare anche al resto del territorio candelese e ai candelesi.

Candelo, 21 ottobre 2015

I consiglieri comunali di Candelo Città Possibile

Renzo Belossi
Silvia Girardi
Erika Vallera