#fuffa #Diplomi Un altro diploma per Candelo, ma sono utiili?

12274210_538554276321179_5647446191532804916_n‪#‎Candelo‬ ‪#‎fuffa‬ ‪#‎diplomificioCandelo‬ Abbiamo letto che il Comune di Candelo ha ricevuto un nuovo diploma l'”American Friendly” .
A forza di ricevere attestati, diplomi, pergame, tavole incise sulla pietra con lodi e tanta altra FUFFA varia, che porta solo immagine e nullaltro-mentre le cose concrete quali lo sviluppo locale, economico, territoriale, del commercio, non ci sembra di averne visto, anche a fronte della marea di soldi pubblici investiti nel Ricetto negli ultimi 20 anni-al Comune toccherà ampliare il municipio per ospitare tutte queste scartoffie, che speriamo servano ma al momento così non ci sembra, ma nel contempo perdiamo servizi, qualità e dignità.
P.S: Sapete vero che i tanto decantati “Borghi più belli d’Italia” costano ai candelesi più di 1000 Euro all’anno, per cosa, forse solo per lo stand a Expo.Mah!!! E infine qualche benpensate diceva “con Expo, arriveranno turisti a flotte”…lasciamo a Voi ogni commento a riguardo

#PiazzaCastello #PQU #Commercio #Parcheggi Se c’è un accordo per la modifica parcheggi, occorre condividerla

L’articolo di ieri, venerdì 13 novembre 2015, pubblicato su “il Biellese”, riportato sui sotto, è parziale rispetto quanto abbiamo dichiarato. Bene se c’è un accordo all’indomani dell’incontro tra Sindaco, Giunta e Commercianti e residente di Piazza Castello e Vie limitrofe, ma occorre che questo sia fatto alla piena luce del sole e nella massima trasparenza e condivisione, altrimenti ricadiamo nell’errore “madre” della gestione sbagliata del progetto di programmazione di questo intervento.

Per questo è giusto che sia convocata la Commissione Tutela del Territorio al fine di vagliare le ipotesi di modifica, ed è l’impegno che assume il nostro capogruppo Renzo Belossi nella qualità di Presidente di questa Commissione.

Infine per maggiore chiarezza riportiamo il link (https://candelocittapossibile.org/2015/11/11/piazzacastello-commercio-incontro-tra-giunta-e-commercianti-meglio-tardi-che-mai-ora-le-modifiche-ai-parcheggi/)al nostro articolo pubblicato su questo sito, in cui è possibile leggere la nostra dichiarazione integrale sulla riunione del 10 novembre tra esercenti e Sindaco

2015-11-13 22.00.39

#fotografia #Ghirardelli #proposta L’archivio fotografico donato da Giulio Ghirardelli, non deve rimanere in un cassa

ghirardelliAlla cortese attenzione di Sindaco ed Assessori competenti

Oggetto: Proposta utilizzo materiale fotografico donazione Giulio Ghirardelli.

Formuliamo la presente per condividere con Voi una idea sorta in seno al nostro gruppo a seguito delle dichiarazioni lette sui giornali circa la volontà del fotografo Ghirardelli di donare all’Amministrazione comunale parte del proprio patrimonio fotografico affinché l’Amministrazione stessa si occupi di conservare la memoria storica del paese. La nostra proposta vuole essere innanzitutto un modo per ringraziare Giulio Ghirardelli del lavoro svolto e per aver raccontato negli anni, attraverso le sue foto, la vita e la crescita di Candelo, contribuendo a formare una memoria storica condivisa e divenendo nel tempo un vero e proprio punto di riferimento nel settore fotografico. Consapevoli dunque del fatto che gli scatti di Giulio, raccolti in 40 anni di attività, possono dare uno sguardo quasi completo dell’evoluzione di Candelo da un punto di vista storico-architettonico e sociale (basti pensare al fatto che Ghirardelli ha presenziato sempre -come per altro continua a fare ancora con evidente passione- ad ogni manifestazione locale) chiediamo di non chiudere queste immagini in un archivio bensì di orientarsi verso scelte diverse. Nello specifico la nostra proposta prevede di selezionare dal patrimonio che verrà donato da Giulio Ghirardelli una serie di scatti da utilizzare per costruire un percorso fotografico che conduca il visitatore a muoversi per Candelo. Realizzabile mediante pannelli che, accanto allo scatto fotografico scelto, forniscano informazioni dettagliate. L’idea base è dunque di creare una sorta di “galleria d’arte all’aperto” in grado sia di attirare un pubblico di appassionati sia di rendere facilmente accessibile e fruibile ai candelesi la donazione di Giulio. Un progetto di questo tipo si potrebbe, inoltre, inserire in un piano di riqualificazione di determinate aree del paese, magari scegliendo punti strategici che verrebbero così arricchiti da queste installazioni fotografiche che diventerebbero contemporaneamente elementi di arredo urbano. Fra gli altri, si potrebbe sicuramente prevedere l’installazione di pannelli anche nel progetto di riqualificazione della piazza Castello, attualmente al vaglio dell’amministrazione. Nell’ottica di riduzione dei costi si potrebbe poi valutare di affidare la manutenzione di questeinstallazioni a soggetti privati in cambio di uno spazio pubblicitario, come già avviene per le rotatorie con il progetto “Adotta una rotonda”. In alternativa, si potrebbe altresì valutare una mostra permanente che magari preveda di variare gli scatti esposti con una certa cadenza (permettendo così di utilizzare anche un piccolo spazio) e, se possibile, effettuando delle esposizioni tematiche. Alle presenti proposte ben potrebbero unirsi altre provenienti dal gruppo di maggioranza o, ancora meglio, si potrebbe valutare di creare un apposito gruppo di lavoro formato da volontari, preferibilmente con competenze specifiche nel settore fotografico, artistico, storico che sia in grado di realizzare un progetto idoneo a valorizzare nel miglior modo possibile quanto verrà donato da Giulio Ghirardelli.

Candelo, 11 novembre 2015

Cordiali saluti,

I consiglieri comunali Renzo Belossi, Silvia Girardi, Erika Vallera

#PiazzaCastello #Commercio Incontro tra Giunta e Commercianti.Meglio tardi che mai!!! Ora le modifiche ai parcheggi

Martedì 10 novembre si è tenuto l’incontro con i commercianti e i residenti di Piazza Castello e Vie limitrofe, a seguito della convocazione del Sindaco, per discutere del piano di qualificazione urbana che interessa queste zone del paese.

In rappresentanza del gruppo Candelo Città Possibile e in qualità di Presidente della Commissione Tutela del Territorio, ho preso parte alla riunione.

Innanzitutto mi preme rilevare come questa riunione sia arrivata tardivamente, perché, come già ribadito più e più volte e sino alla nausea, il tempo, per discutere il progetto di rifacimento della Piazza e la riconfigurazione dei posti auto, c’era abbondantemente e si è perso un sacco di tempo (circa 7 mesi), tanto da arrivare a sentire il Sindaco dichiarare che se ne è dimenticata per troppe cose da fare, scusandosi con i presenti. Ma come è possibile??? Per noi questa giustificazione non è ammissibile ed è sintomo di grande difficoltà amministrativa e di poca considerazione nei confronti dei candelesi e di chi svolge un’attività commerciale.

Unico fatto positivo è che finalmente i commercianti e i residenti hanno avuto modo di essere ascoltati e di portare le loro considerazioni e tutta la loro amarezza nei confronti della Giunta, per non essere stati ascoltati per tempo. Nel contempo sono state avanzate alcune proposte e soluzioni concrete, affinché si possano, in qualche modo, recuperare alcuni posti auto e l’impatto della nuova area pedonale sia mitigato, anche ricordando che la nuova zona senza auto non deve essere lasciate abbandonata a sé stessa senza iniziative e senza “vita” come accudati nella sperimentazione di questi mesi!!!

Lo ripeto, pur di essere noioso, tutto questo casino ingenerato da un approccio profondamente sbagliato del Sindaco e della Giunta, teso a non ascoltare nessuno, inclusa la propria maggioranza e aver sentito la Commissione solo a cose fatte, poteva essere evitato e oggi, novembre 2015, si poteva avere un progetto esecutivo già condiviso e che fosse un punto di equilibrio, tra un buon intervento di riqualificazione e le istanze motivate dei candelesi e chi vive con il commercio. Forse ci siamo arrivati, dopo la riunione di ieri, ma continuare ad amministrare in qBilancio Couesto modo è deleterio per tutta Candelo ed occorre cambiare registro e aprirsi al confronto, anche critico.

Ora le nuove soluzioni condivise devono diventare realtà, senza prese in giro, e io insieme alle colleghe del gruppo Candelo Città Possibile vigileremo affinché ciò avvenga.

Candelo, 11 novembre 2015

Renzo Belossi
Capogruppo “Candelo Città Possibile” e
Presidente Commissione Tutela Territorio

#PQU #Commercio #incontro #PiazzaCastello Dopo l’incontro con i commercianti-Grande amarezza ma voglia di far sentire le proprie ragioni

download (1)All’incontro con i commercianti di sabato scorso, 07 novembre, convocato da questo gruppo consiliare, erano presenti una dozzina di commercianti di Piazza Castello e Vie limitrofe.
Abbiamo presentato il progetto, spiegato il nostro punto di vista che è quello di essere favorevoli alla riqualificazione in sé e convenuto con gli esercenti che il metodo adottato dal Sindaco e dalla Giunta non è stato quello corretto, visto che non hanno voluto confrontarsi in modo aperto e costruttivo, sui cambiamenti che ci saranno sulla Piazza, in termini di parcheggi. Cosa ancor più grave, se si considera che l’Associazione dei Commercianti nella stesura iniziale della richiesta di finanziamento inoltrata alla Regione, Ente erogatore dei fondi,è stata chiamata a dare il proprio contributo.
Durante l’incontro sono emerse molte idee da parte dei commercianti, tipo la possibilità di rivedere le modalità di creazione della parte pedonale attivandola solo il sabato e la domenica e la preoccupazione che l’isola pedonale, che verrà realizzata, non rimanga una zona semplicemente vuota e priva di iniziative, come accaduto con le sperimentazioni dei mesi scorsi, dove si è visto chiudere metà piazza per 5 mesi lasciandola quasi sempre una “landa desolata” e solo a settembre si è provveduto a organizzare il mercatino dei produttori agricoli.
In conclusione siamo soddisfatti dell’incontro, perché c’è voglia da parte dei candelesi di condividere le scelte e partecipare ai cambiamenti; ci spiace che ormai sia solo il Sindaco a non accorgersi di questa voglia di partecipare e di essere informati, e che ancora una volta non abbia voluto trovare il tempo per discutere del progetto con una parte interessata, visto che è da marzo 2015 che si parla di questa “rivoluzione” e noi come gruppo abbiamo sempre chiesto, sin dal’inizio, di  far tesoro degli errori compiuti in merito al cambio di viabilità su Via Mazzini, che crearono parecchi malumori proprio per non essersi parlati, e di aprirsi al dialogo preventivo e non a cose fatte, come avverrà questa sera. incontro a cui noi, comunque, parteciperemo per ascoltare e contrastare, eventualmente, l’uso strumentale che questa Giunta sta mettendo in atto nei confronti della Commissione Tutela del territorio, presieduta dal nostro capogruppo, su cui si tenta di addossare le decisioni prese da Sindaco, Vice-Sindaco e Assessore alla viabilità, distorcendo nei fatti la realtà e addossando responsabilità esecutive che la Commissione comunale non ha e non può avere!!!  
Peccato, si è persa nuovamente l’occasione per trovare,prima di decidere definitivamente, un punto di equilibrio su un progetto valido.
Per noi, sul metodo, questa Giunta è BOCCIATA senza mezzi termini!!!
 
I consiglieri comunali
Renzo Belossi
Silvia Girardi
Erika Vallera

#PiazzaCastello #PQU #Commercio Proteste commercianti e residenti-Incontro sabato 7 novembre

downloadIeri, martedì 5 novembre, come anche documentato sulla nostra pagina facebook, sono comparsi in Piazza Castello i cartelli di protesta degli esercenti e dei residenti contro la diminuzione dei posti auto, a seguito dell’approvazione da parte ella Giunta del progetto esecutivo del Piano di Qualificazione Urbana.
Noi di Candelo Città Possibile – pur non avendo espresso un parere negativo in via generale al progetto, in quanto lo riteniamo nel complesso un intervento positivo per il tessuto urbano, per il rilancio dell’economia locale e del turismo e l’inizio di una riqualificazione del paese che deve essere estesa ad altre parti e anche agli edifici – sono mesi che diciamo al Sindaco e all’Assessore (sentiamo parlare di PQU da marzo/aprile 2015) che occorreva un confronto preventivo con i commercianti e i residenti, perché non è assolutamente vero, come afferma il Sindaco, che i tempi erano strettissimi, visto che di riorganizzazione dei posti auto se ne parla da febbraio 2015 e una prima bozza di planimetria circolava da quel mese. Sottolineiamo che, per di più, in tutti questi mesi l’Assessore poteva chiedere la convocazione alla Commissione Tutela del Territorio, presieduta dal nostro capogruppo, di visionare anche solamente la bozza o il progetto definitivo richiesta mai arrivata, e solo nella riunione della stessa Commissione di ieri sera si è preso visione del documento in oggetto, nella sua interezza, a progetto ormai già definito e non più modificabile, se non in corso d’opera con apposite varianti.
 
Ovviamente il confronto, come sempre per la Giunta Biollino, sarà fatto a cose già decise, e forse nemmeno viste da tutta la loro maggioranza!!!
Il metodo, ancora una volta, è stato quello sbagliato e su questo punto, per noi di Candelo Città Possibile, il Sindaco e la Giunta sono BOCCIATI, per questo informiamo che domani incontreremo i commercianti e i residenti, per informarli sulla questione, ascoltare le ragioni della protesta e fornire il nostro punto di vista, ed invitiamo tutti gli interessati a prendere parte alla riunione, che si terrà alle ore 15.00 nella nostra sede di Via Mazzini, 11.
Per Candelo Città Possibile
Renzo Belossi
Silvia Girardi
Erika Vallera

 

#asilonido Dell’asilo nido non ci resta che un cartello…

12049608_530480840461856_9210895667205472943_n#‎asilonido‬ ‪#‎ceraunavolta‬ ‪#‎cartello‬ Girando a piedi per Candelo ci si imbatte in questo cartello toponomastico, che indica dov’è il nostro Asilo Nido.Forse è un errore, avranno sbagliato, perché noi sappiamo che il nido comunale è stato chiuso e inveceeeeee no! Si trova una bella struttura, immersa nel verde, con giochi all’esterno e quindi si pensa che l’asilo esista ancora e quindi ci hanno detto una balla e inveceeeee no! E’ tutta una favola, del nostro Asilo comunale rimane solo un sbiadito cartello, che inganna i candelesi. Per favore, togliamo questo cartello, tanto l’Asilo nido a Candelo non esiste più: rimane solo una struttura comunale, ora vuota, che un domani, non tanto lontano, sarà occupata da qualche privato che offrirà servizi per l’infanzia, alla faccia del servizio comunale e delle famiglie candelesi.
Condividete e diffondete, perché è giusto che tutti candelesi sappiano