#ConsiglioComunale Bilancio 2017: conti in ordine, perplessità e un futuro da costruire

consigliocomunaleGiovedì 16 marzo si è svolto il Consiglio Comunale che ha trattato il bilancio di previsione 2017 e i temi collegati (imposte, tasse, rifiuti). Come gruppo abbiamo scelto di astenerci sul documento, in quanto abbiamo apprezzato da parte della Giunta la scelta di non aumentare le imposte (alcune anche perché sono già al massimo!!!); le tariffe dei servizi a domanda individuale, tra cui la mensa che gode anche di una piccola riduzione e di una tariffa agevolata per chi ha un secondo figlio; la tassa rifiuti che scende, pur di poco, ma è pur sempre in diminuzione e sul punto apprezziamo il lavoro svolto di revisione e controllo dei costi, anche se pensiamo che si possa fare di più e aumentare i servizi per i cittadini tipo, fornire, sempre a titolo gratuito ai candelesi, i sacchetti per l’umido. Inoltre finalmente vediamo un impegno preciso per gli interventi sulle strade, che ormai da più di 7 anni non vedo un metro di asfalto nuovo e la situazione è pericolosa, sperando che quest’anno gli asfalti vengano realizzati e non succeda come l’anno passato, che sono stati rinviati a causa di un difetto nei conteggi che per noi poteva essere preventivamente notato.

Non abbiamo, comunque, lasciato passare alcune questioni: la mancanza di altri investimenti su un paese che necessità sempre più di manutenzioni urgenti, visto che molti immobili e siti a uso sociale avrebbero necessità di un restyling; un continuo monitoraggio degli insoluti, su cui rivendichiamo che grazie alle nostre pressioni non si è più fatto finta di nulla; la questione riguardo il fondo accessorio destinato al personale, tema molto tecnico, che però abbiamo riportato all’attenzione dell’opinione pubblica, visto che l’amministrazione ha effettuato un ricalcolo complessivo di questo fondo, a fronte di un errore nella composizione, e non ha mai sentito il bisogno di relazionare puntualmente e dire che si è già speso 3.000 Euro per il ricalcolo e ben 20.000 Euro per gli anni 2016-2017 d’incarico a un avvocato specialista per la formazione del personale, affinché non vi siano più errori di costruzione del fondo. La nostra preoccupazione era che dopo il ri-conteggio, l’Ente si trovasse con sanzioni o simili e i dipendenti dovessero restituire dei soldi, ma il Sindaco e il Segretario hanno risposto che ciò non accadrà e finalmente sentiamo una parola chiara. Rimane il fatto che oltre alle responsabilità tecniche, ancora oggi poco indagate, ci sono responsabilità politiche precise, in quanto negli anni passati le varie amministrazioni (sempre con Biollino) non hanno adeguatamente controllato le questioni attinenti al personale e intanto noi paghiamo!

Altro tema discusso è stato l’emendamento al bilancio presentato dal gruppo “Buongiorno Candelo” che proponeva di istituire un capitolo di spesa specifico per un piano integrato di sviluppo urbano-economico-turistico, prelevando i soldi dal mutuo per le strade. Sul tema tutto il Consiglio Comunale ha apprezzato lo spirito dell’emendamento e all’unanimità si è deciso, su nostra proposta, di discutere nel dettaglio le azioni del piano in Commissione Comunale, individuando anche le risorse necessarie. Abbiamo anche proposto che nella prima variazione di bilancio sia inserito questa idea anche a seguito delle linee di indirizzo date dalla Commissione. Secondo noi è necessario discutere attentamente l’argomento, senza “rubare” soldi per le strade bensì usando i soldi che il Comune prevede di incassare come contributo dai biglietti degli eventi al Ricetto, nel solco del principio per cui il Ricetto e il turismo oltre a ricevere riescono a contribuire al sostegno collettivo di Candelo.

Noi non vogliamo rassegnarci a dire sempre che siamo in difficoltà, cosa vera e sotto gli occhi di tutti, ma vogliamo pensare al domani del paese, anche perché è sotto il naso di ciascuno di noi come il biellese invecchi e perda popolazione e solo Candelo in un anno ha avuto un calo di quasi 140 unità! Pensiamo concretamente a Candelo tra 10 anni, visto che questa amministrazione al momento non ha mai ben detto dove vuole andare, e proviamo ad attrarre nuova popolazione anche con interventi sui Nuclei di Antica Formazione e con aiuti mirati sui servizi, escluso purtroppo il nido che non c’è più e poteva essere un servizio di richiamo per le giovani coppie con figli, ma la scelta che è stata è di fare a meno del futuro…per ora.

I consiglieri comunali

Renzo Belossi

Erika Vallera

Silvia Girardi

Annunci