#Candelo Pronti a discutere del futuro della casa di riposo con i candelesi

wpid-immagine.jpgNel corso del Consiglio Comunale di mercoledì 26 luglio è stato discusso e approvato un punto, che da una prima lettura potrebbe sembrare un semplice atto amministrativo, ma cosí non è perché riguarda il trasferimento della proprietà di un terreno della Società “la Baraggia S.r.l.”-Società posseduta al 100% dal Comune di Candelo che eroga il servizio di assistenza per anziani- al Comune di Candelo.
Il trasferimento di questo immobile, che sorge accanto alla struttura, è un passaggio importante in quanto è il primo atto di un progetto, illustrato dall’attuale amministrazione, di sviluppo futuro della Casa di Riposo, in quanto con le nuove normative in essere in tema di Società partecipate, il Comune non potrà più detenere la partecipazione della “Baraggia S.r.l.” e dovrà vendere il proprio pacchetto azionario.
L’idea della vendita della casa di riposo non è nuova e già con la Giunta Chilà-Biollino si voleva procedere in tal senso, allora era più una volontà di far cassa e con norme più confuse rispetto ad oggi. Esperimento che poi non andò in porto per mancanza di acquirenti. Oggi il quadro normativo è più chiaro rispetto al passato, visto che il D.Lgs 175/2016 ha passato il controllo di più organi ed è stato ancora migliorato con recenti nuove disposizioni, ed al contrario di allora a fianco della vendita delle quote vi sono due novità: la prima un progetto di sviluppo futuro in collaborazione con un soggetto privato da individuare con procedura a evidenza pubblica che vedrà sorgere una nuova struttura per anziani con servizi comuni di cura e assistenza, la seconda il mantenimento in mano comunale dell’edificio, su cui molti candelesi a partire dalla Famiglia Barberis hanno dato il proprio contributo.

2017-07-29 14.21.49

(articolo pubblicato su “il Biellese” del 28 luglio 2017)

Siamo consapevoli del fatto che la scelta che assumerà il Consiglio Comunale non è facile e tocca nel vivo non solo i legami storici e affettivi di molti, ma anche ragioni sociali, per questo, come anzidetto, abbiamo espresso sull’idea proposta dall’amministrazione una posizione di confronto e dialogo. Parimenti non si può cedere e non ci si può e deve dimenticare del personale, che va salvaguardato per quanto possibile; del lato sociale, salvaguardando la qualità ed eccellenza del servizio; dei costi delle rette, affinché queste non diventino un ostacolo per molti e una preclusione a una vecchiaia serena.

Infine non nascondiamo la complessità dell’operazione, che da una parte vede la dimissione delle quote societarie e dall’altra un progetto di partenariato pubblico-privato, ma vogliamo anche guardare avanti pur con delle sicurezze, per questo chiediamo al  Sindaco e alla Giunta di informare i candelesi, anche con incontri pubblici, e di porre la massima attenzione sulle procedure che si avvieranno e sul contratto che in futuro legherà il Comune al soggetto privato, onde evitare spiacevoli problemi a discapito di Candelo, dei candelesi e del patrimonio e interesse pubblico. 

Candelo, 27 luglio 2017

I consiglieri comunali
Renzo Belossi
Erika Vallera
Silvia Girardi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...