#Baraggia Grande successo la proiezione di “Un mondo che non diresti”

12  3

Ieri sera al Cinema Verdi si è svolta la proiezione del docufilm “Un mondo che non diresti-Poesia per la Baraggia di Candelo” del regista biellese Giorgio Clerici. Per noi è stato un successo vedere in sala 140 persone tra cui molte in piedi-tra cui anche il Sindaco e consiglieri comunali di Candelo ed ex Sindaci di Candelo- che hanno assistito per un’ora a questa proiezione che ci ha portato a scoprire e riscoprire la Baraggia; i suoni che l’avvolgono; gli animali che la popolano; le persone che ci vivono quasi tutto l’anno che sono i pastori.

La Baraggia che è la nostra savana biellese, è un nostro bene del territorio da preservare, valorizzare, tutelare sempre più e vivere, con questa iniziativa abbiamo voluto lasciare ai presenti proprio queste idee e stimolare idee, proposte, progetti che possano servire alla valorizzazione e tutela di questo grande parco naturale.

Tutto questo è stato possibile grazie ad un lavoro di squadra tra noi, il registra Giorgio Clerici, il Cinema Verdi e alcune amiche e amici di Biella che si hanno collaborato alla buona riuscita dell’evento, che vogliamo ringraziare per il lavoro e impegno.

Proiezione del docufilm “Un mondo che non diresti” (poesia per la Baraggia di Candelo)

Un docufilm, realizzato dal biellese Giorgio Clerici, che racconta il susseguirsi delle stagioni nella riserva naturale delle Baraggia del Comune di Candelo, un viaggio tra la natura, alla scoperta e riscoperta di questa grande risorsa a due passi da casa nostra. L’invito è esteso a tutti i cittadini e a tutti gli interessati.

Appuntamento martedì 21 giugno 2016 alle ore 21, presso il cinema Verdi di Candelo.

locandina-con-simboli-

#Baraggia Che cosa succede? Si può ancora entrare o no?

2_b52ec9bceaRiportiamo il link https://www.facebook.com/candelocittapossibile/posts/580861775423762 al post pubblicato sula nostra pagina facebook, in cui segnaliamo possibili restrizioni, imposte da parte dei militari, all’accesso al parco della Baraggia anche nella zona del cosiddetto “Baraggione” ove al momento è possibile frequentare l’area nei giorni festivi e al sabato, come da disciplinare d’uso.

“Rileviamo che nella piana sinistra andando verso Mottalciata, abbiamo notato che accanto ai cartelli di colore bianco dove è riportato, in base al disciplinare d’uso delle aree, che si può accedere nei giorni festivi ed il sabato sono stati installati, presumibilmente da personale militare, dei cartelli di colore giallo con la scritta “Zona militare-Divieto di Accesso” da intendersi, ovviamente, in modo perentorio.

La questione che poniamo è la contraddizione palese tra la possibilità di accedere, pur in determinati e stabiliti giorni, come sancito da un disciplinare e dai cartelli e i cartelli di divieto assoluto all’ingresso; senza contare che sono state sbarrate con barriere in cemento tipo “new jersey” alcune strade.

Quindi utilizzando un gergo militare, ci chiediamo: qual è il cartello che ora comanda?

Sappiamo che esiste un disciplinare d’uso e possiamo immaginare che il Comando Militare abbia maggiore peso, trattandosi di loro proprietà, però ci pare un atteggiamento poco corretto (queste aree sono un Parco di carattere regionale e gran parte della Baraggia è sul nostro territorio).
Nel caso in cui l’utilizzo fosse ridotto o fosse del tutto negato, sarebbe un danno al nostro territorio in termini ambientali e turistico-economici, per questi motivi, in data odierna abbiamo provveduto a informare tempestivamente il Sindaco di Candelo, affinché possa verificare la situazione, capire cosa sta succedendo e assumere le decisioni più opportune al fine di garantire la fruibilità delle aree ai visitatori.

Contestualmente abbiamo informato anche i nostri rappresentanti istituzionali nazionali e regionali presenti sul territorio, in modo che possano,se necessario,intervenire per far chiarezza sulla questione.

É pur vero che si tratta di un’area del demanio militare, utile agli addestramenti che servono alla sicurezza dello Stato, ma è altrettanto vero che la Baraggia è parte del nostro territorio e dobbiamo avere la possibilitá di viverla di piú.

Per Candelo Città Possibile
Il capogruppo
Renzo Belossi”