#Candelo Il nostro punto di vista riguardo la viabilità di Piazza Castello e i prossimi eventi di Natale…e la risposta alla Giunta sul contributo per il commercio

download (1)Anche questa volta abbiamo colto nel segno con la nostra mozione di proposta di interventi in favore del commercio candelese.

Siamo venuti a conoscenza che nella riunione urgentissima di giovedì 19 ottobre, convocata dal Sindaco e dall’Assessore al Commercio, è già stata “venduta” agli esercenti la possibilità che per l’anno 2018 il Comune bandirà un avviso per erogare contributi al commercio candelese. Siamo soddisfatti di questa decisione, ma ci viene un dubbio: non è che la proposta del Sindaco e dell’Assessore al Commercio è stata fatta dopo aver ricevuto la nostra mozione? Visto che il documento l’abbiamo presentato il 17 ottobre e la lettera di convoca è stata portata ai commercianti il 18 ottobre in fretta e furia e quindi notiamo un tempismo sospetto, degno dei più abili prestigiatori e illusionisti dell’amministrazione locale e quindi la nostra proposta è l’originale e ha fatto centro!

Ora attendiamo di discuterne in Consiglio Comunale con lo spirito di collaborazione e apertura con cui, sin dall’inizio, la mozione è stata proposta, pronti a condividerla e se necessario a integrarla e migliorarla.

Nel frattempo vogliamo sottolineare le nostre osservazioni e perplessità, già espresse durante la commissione tutela del territorio del 9 ottobre scorso, in merito alla chiusura totale della Piazza durante i fine settimana in cui ci saranno i mercatini di Natale, perplessità di molti candelesi a cui diamo voce. Non discutiamo dell’evento in sé meritevole e importante per Candelo e a cui prendiamo parte anche noi dando una mano laddove possibile, ma sul fatto che ci sembra azzardato,per quest’anno, aver aggiunto alla domenica anche il sabato, in quanto nella zona interessata dall’evento è presente il cantiere per la riqualificazione della Piazza e la combinazione di questo, con le nuove disposizioni di sicurezza antiterrorismo dettate dalla Prefettura e la presenza dei banchetti, determinano la chiusura di tutte le strade per ben quattro weekend consecutivi di questa zona con stravolgimento della viabilità complessiva del paese e difficoltà per i candelesi e non che per raggiungere Vigliano, Cossato e i paesi limitrofi dovranno, pure di sabato, percorrere la dissestata Via Mulini, tra l’altro strada in parte privata. Pertanto sarebbe stato meglio se il Comune e la Proloco avessero tenuto conto della situazione complessiva, rinunciando per i mercatini 2017 al sabato (che tra l’altro necessita di molti più volontari e non sará facile reperire) e pensando di poterlo meglio pianificaee, proporre e attuare per l’anno 2018.

Così non è e ora si corre ai ripari, anche improvvisando, come spesso fa questa Amministrazione sul tema viabilità e commercio e come sempre consultando le parti in causa in ritardo!

Crediamo che al momento, l’unica Istituzione che possa ricomporre l’intricata situazione, sia la Prefettura a cui ci appelliamo.

Candelo, 20 ottobre 2017

Il gruppo “Candelo Città Possibile”

Renzo Belossi

Erika Vallera

Silvia Girardi

#BorgodiBabboNatale Una bella iniziativa. Vi diciamo perché è utile per Candelo

b_d2920e91e3#Candeloèviva #BorgodiBabboNatale #RicettodiCandelo Anche per noi il “Borgo di Babbo Natale” è una delle nuove manifestazione della Pro Loco che sta dando veramente buoni risultati, anche oltre le aspettative. Ci permettiamo di complimentarci con tutti gli organizzatori e lo diciamo per tre motivi: abbiamo visto, quest’anno, un’organizzazione ben strutturata e frutto di un lavoro di squadra tra le tante realtà associative; il secondo, per il grande afflusso di persone (circa 23.000), che dimostra l’interesse verso Candelo, il Ricetto e l’evento e questo, di rimando, sarà utile anche al paese in sé. Visto che per ogni biglietto venduto 0,50 Euro andranno al Comune di Candelo. Di questo siamo particolarmente soddisfatti, in quanto come gruppo consiliare, sia in Consiglio che nelle Commissione comunali, nel corso del 2016 abbiamo sempre portato all’attenzione del Sindaco e della Giunta il fatto che le manifestazioni dovessero riuscire a garantire un riscontro positivo anche in termini economici a Candelo. Sul tema abbiamo constato che la Giunta si è dimostrata sensibile e ha messo in atto, grazie alla stretta collaborazione che la lega alla Proloco, quanto da noi sollecitato più volte e ne siamo soddisfatti. Ora pensiamo che questa decisione debba diventare, quando possibile, duratura nel tempo e le risorse derivanti dagli eventi dovranno essere utilizzati non per tappare “buchi” di bilancio, bensì per la collettività e quindi per tenere in ordine Candelo, facendo le piccole manutenzioni necessarie, anche di abbellimento, che possono essere certamente anche utili sotto il profilo turistico e di sviluppo commerciale. Terzo e ultimo ultimo motivo, la grande collaborazione che abbiamo avuto modo e piacere di vedere tra le tante associazioni e tra persone giovani e meno giovani.

 
Quando si vedono belle cose per il proprio paese e bene riuscite-indipendentemente da chi li ha ideate e volute-non si può che essere contenti. Noi siamo abituati così!
 
Gruppo consiliare “Candelo Città Possibile”
Renzo Belossi
Erika Vallera
Silvia Girardi

#lavoriincorso #Piazza La nostra interpellanza per fare chiarezza sui lavori della nuova fognatura

download (1)Come gruppo consiliare di minoranza a Candelo abbiamo presentato un’interpellanza riguardo i ritardi, la segnaletica poco chiara e le modifiche operative riguardo i lavori di realizzazione della nuova fognatura che toccano Piazza Castello e le Vie limitrofe.

 

Sappiamo che i lavori sono stati appaltati da CORDAR S.p.A.-Biella Servizi, gestore del servizio idrico integrato, e che il Comune non ha colpe dirette, ma è giusto porre attenzione su questi lavori che ci interessano come paese e che sembrano andare a rilento, per questo chiediamo, con l’interpellanza, di capire i motivi dei ritardi nell’inizio dei lavori e durante le lavorazioni (al netto del ritrovamento del muro storico che comunque non ha creato grandi rallentamenti); quali azioni l’Amministrazione Comunale ha intrapreso nei confronti di CORDAR, affinché l’esecuzione delle opere sia più veloce e in linea con il programma lavori e chiediamo spiegazioni sull’accordo tra Sindaco e commercianti che prevede di terminare, per ora, i lavori in Piazza in modo da rendere libera questa zona per il “Borgo di Babbo di Natale” e per agevolare, giustamente, il commercio, ma su cui abbiamo alcune perplessità che la realizzazione nel suo complesso delle opere possa ritardare ulteriormente e creare intoppi sull’avio dei prossimi lavori di ri-pavimentazione della Piazza.
 
Infine sollecitiamo la Giunta a rendere maggiormente comprensibile la segnaletica stradale provvisoria, in modo da dare una precisa indicazione ai candelesi e non su le strade da percorrere e sulla fruibilità, pur parziale, della Piazza.
Il gruppo consiliare Candelo Città Possibile
Renzo Belossi
Erika Vallera
Silvia Girardi

Al Sindaco del Comune di Candelo

Mariella BIOLLINO

Al Vice-Sindaco e Assessore al Commercio

Paolo GELONE

All’Assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità

Giuseppe LACCHIA

 

Oggetto: interpellanza – Lavori di realizzazione sdoppiamento fognatura a carico di CORDAR S.p.A.-Biella Servizi – Ritardi, modifiche operative e segnaletica.

I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo “Candelo Città Possibile”, Renzo Belossi,  Erika Vallera e Silvia Girardi

Premesso che

  • sono in corso di realizzazione i lavori di sdoppiamento e rifacimento della fognatura a cura di CORDAR S.p.A.-Biella Servizi (stazione appaltante delle opere) che interessano Piazza Castello e interesseranno Via Mazzini, Via Roma, Via Mulini, Area parcheggio “Santa Maria Maggiore” e area camper “Prato del Sasso” con una durata contrattuale di 120 g.n.c.;

 

  • i lavori hanno avuto inizio da Piazza Castello a decorrere dal 26 settembre 2016 con un ritardo, rispetto all’inizio riportato in cronoprogramma, di 14 g.n.c. ed il primo tratto ovvero il lotto operativo “A” è stato realizzato non in 14 gg come riportato da programma lavori bensì in 38 g.n.c., contando tra essi anche tra 5 e 7 giorni di maltempo;

 

  • le opere in questione, per volontà dell’amministrazione comunale, sono iniziate da Piazza Castello (punto critico dell’intervento) per due motivi:
  • liberare il prima possibile la Piazza e Via Mazzini al fine di non sovrapporre e creare interferenze con i prossimi lavori di rifacimento della pavimentazione, che potrebbero presumibilmente avere inizio nel tardo inverno  2017/inizio primavera 2017;
  • liberare il prima possibile la Piazza e Via Mazzini, al fine di non arrecare troppi disagi alla popolazione, alle attività commerciali e turistico-ricettive;

 

  • questi lavori stanno creano inevitabili ma sopportabili disagi, in quanto limitati nel tempo e per un’opera di pubblica utilità, anche se i ritardi appesantiscono la situazione;

Considerato che

  • in data 16/11/2016 si è svolta riunione tra i commercianti della Piazza Castello e l’Amministrazione Comunale, come sollecitata dagli esercenti stessi e preceduta da articolo apparso su “la Stampa” del 15/11/2016, e in questa sede sembra sia stata definita di comune accordo e sentito il CORDAR- come letto dai giornali online e comunicato dallo stesso Sindaco ai capigruppo-che i lavori su Piazza Castello si arresteranno nel periodo natalizio e in concomitanza con i mercatini di Natale, previa sistemazione e fine delle opere già in essere alla data odierna, e si sposteranno sui lotti operativi che interessano l’area camper “Prato del Sasso”;

 

  • prima della soluzione sopra riportata l’idea, condivisa dall’Amministrazione Comunale ed esercenti, era quella di liberare il prima possibile la Piazza Castello e Via Mazzini, tant’è che si prospettava che alla data del 27/11/2016 le opere insistenti sulla Piazza sarebbero terminate, proseguendo così su Via Mazzini. In tal modo i lavori sarebbero proseguiti in modo regolare andando a liberare uno dei punti più critici e consentendo, nel contempo, la circolazione su Via Moglia e il passaggio pedonale anche in vista del “Borgo di Babbo Natale”;

 

  • che questa nuova soluzione certamente agevola il commercio, l’afflusso di visitatori dei mercatini di natale “Borgo di Babbo Natale” e l’indotto turistico, ma la nostra preoccupazione è che sposti il problema del punto critico dei lavori Piazza Castello-Via Mazzini più in là nel tempo e ancor più a ridosso dei prossimi lavori di ri-pavimentazione della Piazza previsti dal Piano di Qualificazione Urbana;

 

  • in generale, come affermato dal Sindaco, dall’Assessore e appurato dai dati, i lavori risultano in ritardo sulla “tabella di marcia” e a onore del vero per fatti non imputabili al Comune;

 

  • Infine che l’esecuzione dei lavori ha comportato, necessariamente e giustamente, una modifica alla viabilità ordinaria, ma sia cittadini candelesi che non e i commercianti hanno lamentato a più riprese una non sempre ben precisa e ben chiara segnaletica.

 

Tutto ciò premesso e considerato

INTERPELLANO IL SINDACO E L’ASSESSORE COMPETENTE

per sapere

 

  1. al fine di dissipare eventuali dubbi, se la soluzione concordata con i commercianti, che riteniamo di buon senso per il periodo, non possa in qualche modo comunque andare a impattare negativamente sull’andamento dei lavori e sui ritardi già in essere, creando ancor più rallentamenti ai lavori e andando a interferire/sovrapporsi con l’inizio dei lavori di rifacimento della pavimentazione in Piazza previsti nell’ambito dei lavori del P.Q.U. e con fine tassativa al 31 luglio 2017;

 

  1. se l’inizio dei lavori nella zona area camper “Prato del Sasso” possa anche interferire con il parcheggio di “Santa Maria Maggiore” andando a togliere posti auto e posti pullman nel periodo in cui si terrà il “Borgo di Babbo Natale” (27/11-4/12-8/12 e 11/12);

 

  1. quali sono i motivi per cui i lavori sono iniziati in ritardo e perché i tempi di esecuzione del lotto operativo “A” non sono stati rispettati;

 

  1. quali azioni, nelle competenze dell’Amministrazione Comunale, sono state già intraprese nei confronti di CORDAR S.p.A.-Biella Servizi, Stazione Appaltante delle opere, visti i rallentamenti e i ritardi in essere alla data odierna;

 

  1. quali azioni concrete sono state intraprese o saranno intraprese, per dare maggiore chiarezza e precisione alla segnaletica provvisoria.

Candelo,  18 novembre 2016

I consiglieri comunali

Renzo Belossi                                                     Erika Vallera                                           Silvia Girardi