#Candeloinformata News dall’ultimo Consiglio con progetti futuri per Candelo

fb_img_1464196852820.jpgDue questioni importanti sono state affrontate nel corso del Consiglio Comunale di lunedì 11 dicembre, oltre alla consegna delle borse di studio alle ragazze e ragazzi di Candelo a cui vanno i nostri complimenti e siamo fieri di avere giovani con grandi capacità e grande volontà .
La prima riguarda l’avvio ufficiale del progetto di Partenariato Pubblico Privato per l’ampliamento della RSA La Baraggia (Casa di riposo); il progetto, su cui tutto il Consiglio Comunale ha partecipato alla sua elaborazione e condivisione, riguarda lo sviluppo futuro da attuarsi con l’intervento di un soggetto privato disposto, oltre a rilevare le quote societarie poste in vendita in base alla nuova normativa in tema di società partecipate, a presentare un piano di ampliamento accanto alla struttura esistente su terreno comunale, per creare un piccolo polo di mini-alloggi per gli anziani con servizi sociali, assistenziali e servizi comuni generali, il cui proponente gestirà per agli anni a venire. Un’idea che, secondo noi, guarda al futuro di questa struttura, idea tra l’altro già pensata da passati amministratori locali di Candelo, e che a differenza della vendita prospettata nel 2011/2012, con una normativa differente, non va a svendere i propri beni (terreno e fabbricato) e ci auguriamo che quanto prospettato possa diventare realtà.

La seconda riguarda la tormentata questione (e non solo per Candelo), dello svolgimento delle funzioni in modo associato e dell’unione dei Comuni. Come Consiglio Comunale si è preso atto che  l’Unione è presente solo sulla carta, e a nostro parere un po’ per mancanza di coraggio da parte degli amministratori nel farla avanzare mettendo insieme le funzioni e un po’ per un quadro normativo nazionale e regionale non sempre ben definito e in presenza di poche risorse. Pertanto come Consiglio Comunale, in modo unanime, abbiamo ribadito che l’Unione oggi rimane, sostanzialmente, un luogo di confronto amministrativo e contemporaneamente tracciato una prima novità, perché nell’ambito delle consultazioni territoriali svolte dalla Regione Piemonte per la definizione degli ambiti ottimali per ogni provincia, si chiederà alla Regione che Candelo possa essere inserita nell’ambito ottimale che ricade su Biella. In questo modo si torna, a nostro parere, a dare impulso alla “Grande Biella” anche da parte di Candelo e per noi questo è positivo in quanto abbiamo sempre sostenuto che questa sia la giusta direzione futura per il territorio candelese ed occorre oggi avviare, come già prospettato dal Consiglio Comunale del capoluogo, il percorso di confronto per poter dare vita a questo progetto, che può essere importante per Biella e per i Comuni limitrofi, se si vuole pensare a un futuro che possa vantare maggiori servizi per i cittadini.

I Consiglieri comunali di “Candelo Città Possibile”
Renzo Belossi

Silvia Girardi
Erika Vallera

#Candelo Il nostro punto di vista riguardo la viabilità di Piazza Castello e i prossimi eventi di Natale…e la risposta alla Giunta sul contributo per il commercio

download (1)Anche questa volta abbiamo colto nel segno con la nostra mozione di proposta di interventi in favore del commercio candelese.

Siamo venuti a conoscenza che nella riunione urgentissima di giovedì 19 ottobre, convocata dal Sindaco e dall’Assessore al Commercio, è già stata “venduta” agli esercenti la possibilità che per l’anno 2018 il Comune bandirà un avviso per erogare contributi al commercio candelese. Siamo soddisfatti di questa decisione, ma ci viene un dubbio: non è che la proposta del Sindaco e dell’Assessore al Commercio è stata fatta dopo aver ricevuto la nostra mozione? Visto che il documento l’abbiamo presentato il 17 ottobre e la lettera di convoca è stata portata ai commercianti il 18 ottobre in fretta e furia e quindi notiamo un tempismo sospetto, degno dei più abili prestigiatori e illusionisti dell’amministrazione locale e quindi la nostra proposta è l’originale e ha fatto centro!

Ora attendiamo di discuterne in Consiglio Comunale con lo spirito di collaborazione e apertura con cui, sin dall’inizio, la mozione è stata proposta, pronti a condividerla e se necessario a integrarla e migliorarla.

Nel frattempo vogliamo sottolineare le nostre osservazioni e perplessità, già espresse durante la commissione tutela del territorio del 9 ottobre scorso, in merito alla chiusura totale della Piazza durante i fine settimana in cui ci saranno i mercatini di Natale, perplessità di molti candelesi a cui diamo voce. Non discutiamo dell’evento in sé meritevole e importante per Candelo e a cui prendiamo parte anche noi dando una mano laddove possibile, ma sul fatto che ci sembra azzardato,per quest’anno, aver aggiunto alla domenica anche il sabato, in quanto nella zona interessata dall’evento è presente il cantiere per la riqualificazione della Piazza e la combinazione di questo, con le nuove disposizioni di sicurezza antiterrorismo dettate dalla Prefettura e la presenza dei banchetti, determinano la chiusura di tutte le strade per ben quattro weekend consecutivi di questa zona con stravolgimento della viabilità complessiva del paese e difficoltà per i candelesi e non che per raggiungere Vigliano, Cossato e i paesi limitrofi dovranno, pure di sabato, percorrere la dissestata Via Mulini, tra l’altro strada in parte privata. Pertanto sarebbe stato meglio se il Comune e la Proloco avessero tenuto conto della situazione complessiva, rinunciando per i mercatini 2017 al sabato (che tra l’altro necessita di molti più volontari e non sará facile reperire) e pensando di poterlo meglio pianificaee, proporre e attuare per l’anno 2018.

Così non è e ora si corre ai ripari, anche improvvisando, come spesso fa questa Amministrazione sul tema viabilità e commercio e come sempre consultando le parti in causa in ritardo!

Crediamo che al momento, l’unica Istituzione che possa ricomporre l’intricata situazione, sia la Prefettura a cui ci appelliamo.

Candelo, 20 ottobre 2017

Il gruppo “Candelo Città Possibile”

Renzo Belossi

Erika Vallera

Silvia Girardi

#ConsiglioComunale Il nostro ok alla variazione di bilancio (per più investimenti), ecco perché

fb_img_1464196852820.jpgNell’ultimo consiglio comunale abbiamo dato il nostro voto a favore della variazione di bilancio presentata dalla Giunta Biollino e alcuni si chiederanno “ma come la minoranza vota a favore?” e noi spieghiamo il perché. Il nostro voto è stato favorevole in quanto questa variazione e le delibere ad esse collegate (revisione piano triennale opere pubbliche e maggiore utilizzo avanzo di amministrazione), aumenta, da un lato, il finanziamento con fondi propri dell’Ente per alcune opere già previste e in contemporanea prevede alcuni nuovi interventi (ulteriori asfaltature e manutenzioni varie al patrimonio) quindi più investimenti e ciò grazie ai maggiori spazi finanziari concessi dalla Regione Piemonte che danno la possibilità di utilizzare gran parte dell’avanzo di amministrazione (più di 400.000 Euro). Pensiamo che quando si attuano investimenti, nell’interesse comune e per risolvere alcune necessità sentite dalla cittadinanza, sia dovere di un buon amministratore ragionare, prima di tutto, con buon senso civico e risvolto pratico.

Nel corso del consiglio, visto che è stato variato il programma triennale delle opere pubbliche, abbiamo posto alcune questioni e posto l’attenzione riguardo la manutenzione straordinaria degli spalti del campo di calcio in frazione San Giacomo (visto che verrà fatto un intervento per il cambio della caldaia negli spogliatoi dell’impianto), i quali necessitano di interventi urgenti di ammodernamento e di messa in sicurezza. Sempre riguardo l’ambito delle strutture sportive abbiamo chiesto aggiornamenti circa l’avanzamento dei lavori di realizzazione del progetto “Cittadella dello Sport”, sul punto il vice-sindaco e assessore ai lavori pubblici, Lacchia ha affermato che i lavori sono ritardo sul cronoprogramma. La speranza è di vedere terminato l’intervento a fine 2017! Ma d’altra parte, in modo sarcastico, questo non ci spaventa, visto che il mutuo dell’opera è del 2005 e sono solo 12 anni che si attende di vedere l’opera. Inoltre riguardo le manutenzioni delle aree pubbliche abbiamo sollecitato gli interventi su alcuni canali e fossi , al fine di  di garantire la sicurezza del deflusso delle acque e la pulizia e il decoro.

Infine il Sindaco e la Giunta hanno espresso il proprio impegno a intervenire sull’area povera usata per il basket da giovani e del paese e non solo, come abbiamo proposto la scorsa settimana.

Candelo, 28 giugno 2017

I consiglieri comunali del gruppo “Candelo Città Possibile”

Renzo Belossi

Slvia Girardi

Erika Vallera

#InformaCandelo Dall’ultimo Consiglio Comunale, alcune questioni che attendono risposte

fb_img_1464196852820.jpgL’ultimo Consiglio Comunale è stata anche l’occasione per fare il punto su alcuni argomenti: il bando dell’illuminazione pubblica andato recentemente deserto e proprio per questo abbiamo chiesto alla Giunta, di verificare la fattibilità di avviare un percorso di gestione di questo servizio tramite la Società pubblica ENERBIT S.r.l., che ha già in gestione parecchi Comuni nonché le reti della Provincia di Biella e sta conseguendo buoni risultati, sotto il profilo economico e di efficienza energetica e di innovazione; i lavori di riqualificazione di Piazza Castello, su cui si attende la proroga da parte della Regione per posticipare l’inizio lavori; la gestione dell’area camper del “prato del Sasso” che attualmente è senza un gestore, visto che l’aggiudicatario del bando di concessione si è ritirato, e quindi quest’area attrezzata è al momento in balia di se stessa, perché nessuno, compreso il Comune, la sta gestendo e quindi molti camperisti non sanno a chi rivolgersi per usare i servizi offerti e quindi occorre trovare una soluzione al più presto, degna di un paese turistico come il nostro che deve saper accogliere al meglio chi lo visita.

Inoltre viste le recenti problematiche sorte in Via Mulini, strada vicinale ad uso pubblico, per cui i residenti della zona si sono trovati ad utilizzare la parte di questa strada sterrata, come alternativa alla parte di strada asfaltata che conduce in centro paese, in qaunto sono in corso i lavori di costruzione della nuova fognatura, abbiamo chiesto all’Assessore Lacchia e al Sindaco di trovare una soluzione alle strade vicinali ad uso pubblico, con l’idea di normarne l’utilizzo e la relativa manutenzione (che in parte spetta al Comune e in parte ai privati che da questo tipo di strada accedono ai propri terreni) con un apposito regolamento, come hanno già fatto da alcuni Comuni italiani.

Per il gruppo consiliare “Candelo Città Possibile”

Renzo Belossi, capogruppo consiliare

#ConsiglioComunale #InformaCandelo Rendiconto 2016, il nostro intervento

arconet-sul-nuovo-prospetto-equilibri-dal-rendiconto-2016-300x136

L’ultimo Consiglio Comunale del 18 aprile scorso, in cui si è discusso del rendiconto dell’anno 2016, è stata l’occasione per noi di fare alcune considerazioni non solo sulla gestione economica del 2016, ma anche sulla gestione complessiva dell’amministrazione comunale candelese.

Abbiamo riconosciuto uno sforzo nel tenere in ordine il bilancio 2016-sforzo amplificato dalle norme sempre più intricate e dalla mancanza di risorse-e preso atto di un risultato di amministrazione positivo di tutto rispetto (più di 400.000 Euro) che purtroppo è sintomo di pochi investimenti, anche per via della normativa, e che, purtroppo, il Comune di Candelo non potrà spendere interamente per il Paese. Inoltre è stata riscontrata l’attenzione ad alcuni servizi sociali, tra cui la riduzione della tariffa mensa, tema a noi molto caro e su cui da tempo chiedevamo una riduzione, intervento questo che bilancia, in qualche modo, le scelte passate non proprio favorevoli sul sociale (vedi la chiusura dell’asilo nido comunale, per noi e per molti candelesi una ferita ancora aperta). Inoltre abbiamo potuto apprezzare, dopo grandi discussioni in Consiglio, un impegno verso il recupero degli insoluti derivanti da tasse e tariffe comunali: azione che è stata portata avanti nell’ultimo anno e mezzo con forza e su cui continueremo a monitorare il lavoro di recupero, come fatto finora, che serve anche a far sì che la Giunta non abbassi la guardia sul tema.

Infine rileviamo che il 2016 è stato l’anno in cui, finalmente, dopo tante discussioni e confronti, si può affermare che anche il Comune vede nelle proprie casse degli introiti direttamente dal turismo e dal Ricetto, frutto di una quota della vendita dei biglietti d’ingresso alle manifestazioni, azione che giunge dopo anni di sole spese e anche, e bene dirlo, di investimenti comunque utili. Questo è comunque un buon segnale ed è un’idea condivisa da questo gruppo e sempre portata all’attenzione del Consiglio e del Sindaco che oggi vediamo concretizzarsi. 

Pensiamo che questa strada vada proseguita per garantire “un’utile” collettivo per Candelo, che quindi serva al paese nel suo complesso e nel contempo-visto anche che ci stiamo confrontando sul futuro di Candelo e abbiamo anche approvato la variazione al bilancio 2017 perché prevede 4.000 Euro per lo studio di un progetto di sviluppo locale, mantenendo l’impegno assunto nel Consiglio precedente, e pretendiamo di condividere le azioni-spendere al meglio queste risorse per lo sviluppo di Candelo, per incentivare investimenti, per dare al paese maggiore appeal: insomma occorre una programmazione di lungo periodo, un modello gestionale serio e professionale dello sviluppo economico-turismo a Candelo, con obiettivi, magari pochi, ma chiari e concreti su cui puntare.

I consiglieri comunali

Renzo Belossi

Silvia Girardi

Erika Vallera

#referendumcostituzionale Dibattito informativo per tutti i candelesi

Il 4 dicembre, giorno del referendum costituzionale, si avvicina ed è giusto andare a votare ed essere informati. Per questo il Consiglio Comunale di Candelo ha deciso di organizzare questa serata informativa riguardo i contenuti della riforma e le ragioni di chi sostiene il SI e di chi sostiene il NO. Ci vediamo sabato 26 novembre

referendum-2016b