#newsdalConsiglio No alla variante al PRG e i ritardi dei lavori in Piazza ci preoccupano

2014-03-17_11.37.46.jpgLunedì 28 novembre si è svolto il Consiglio Comunale, durante il quale abbiamo toccano tre temi fondamentali. Il primo riguarda la variante strutturale al Piano Regolatore Comunale (per inciso l’iter è iniziato ben 12 anni fa), questo atto di Consiglio è l’ultimo prima della sua finale definizione e attuazione. Sul punto abbiamo ribadito la nostra contrarietà, espressa sin dall’inizio della revisione attuata da questa Giunta alla variante in sé, in quanto ci aspettavamo molto di più in termini di programmazione generale, di sviluppo urbanistico-sociale-turistico-economico, di visione da qui a 10 anni, almeno, e di progetti atti alla riqualificazione dei Nuclei di Antica Formazione. Unica nota positiva è la diminuzione del consumo di suolo rispetto alle prime proposte e la riduzione delle aree di completamento, non per un ripensamento della Giunta, bensì grazie alla nuova Legge Regionale che impone di edificare maggiormente la dove il territorio è già “compromesso”  e di preservare il territorio da nuove cementificazioni.

Sullo scioglimento della convenzione con il Comune di Vigliano per lo Sportello Unico Attività Produttive, ci siamo astenuti, non tanto perché possiamo comprendere che per Candelo sia gravoso mantenerla come ha detto il Sindaco, visto il poco personale a disposizione, ma pensiamo che questa poteva essere l’occasione per costruire uno sportello come Unione Comuni della Pianura Biellese, entità di cui facciamo parte, ma che sembra ormai morta e sepolta e dimenticata da tutti i Sindaci dei Comuni che ne aderiscono, tanto da non sentirne più parlare e il Consiglio da oltre un anno non viene convocato. Pensiamo che questa Unione sia giunta al capolinea e prova ne è che il Comune di Gaglianico unirà la polizia municipale con il capoluogo. Crediamo, quindi, che il 2017 debba essere l’anno della verità: restarci e fare per davvero oppure guardare a nuovi orizzonti con altri Comuni, per proseguire in un cammino concreto di unione dei servizi e funzioni e razionalizzazione dei costi.

Infine, ultimo punto, è la discussione della nostra interpellanza sui lavori di costruzione della nuova fognatura che interessa Piazza Castello e Vie limitrofe. L’Assessore Lacchia ha risposto puntualmente alla nostre osservazioni sui ritardi, tanto da farci preoccupare ancor di più sull’andamento complessivo delle opere, a fronte del fatto-come affermato dal Sindaco e dall’Assessore Lacchia-che i lavori di rifacimento della pavimentazione di Piazza Castello, parte del Piano di Qualificazione Urbana, saranno appaltati tra fine anno e gennaio 2017 e possano subire rallentamenti dovuti al cantiere della fognatura, visto che i lotti operativi sulla Piazza e Via Mazzini (punti critici) saranno chiusi a dicembre e riprenderanno a gennaio. Siamo molto preoccupati di come si svolgeranno i due appalti, delle possibili interferenze e dei disagi che questi cantieri porteranno ai candelesi e ai commercianti, il tutto anche per scelte poco accorte dell’Amministrazione Comunale.

Il gruppo consiliare Candelo Città Possibile

Renzo Belossi Capogruppo

Silvia Girardi

Erika Vallera

Annunci

#piazzacastello News sul progetto e parcheggi

image

Ieri si è svolta la commissione comunale tutela del territorio,presirduta dal nostro capogruppo, dove sono state presentate alcune proposta alternative al progetto di riqualificazione di Piazza Castello. Come sapete tutta la vicenda è stata caratterizzata sin dall’inizio da una mancata condivisione del progetto con i candelesi e i commercianti, con proteste da parte di commercianti e incontri pubblici.
L’incontro è stato costruttivo e utile e possiano dire che a quasi un anno dalla presentazione del progetto, qualcosa è cambiato. Le nuove soluzione proposte dall’Amministrazione Comunale vedono una diversa ridistribuzione dei posti auto con un aumento degli stalli rispetto al progetto originario; l’area pedonale fronte al Ricetto rimane, anche se con dimensione un poco ridotte su cui, comunque, rimangono qualche perplessità sull’utilizzo,ma risolvibili.
Questa la situazione aggiornata, ora il Sindaco e la Giunta incontreranno gli esercenti e speriamo che possa essere trovato un punto d’incontro, affinché si possano  coniugare le  esigenze di riqualificazione urbana e di rilancio turistico con le giuste esigenze della cittadinanza e del commercio, perché,crediamo, che l’obiettivo comune sia poter giungere ad una soluzione nell’interesse di tutta Candelo.

#PQU Sul rinvio inizio lavori di Piazza Castello, hanno vinto il buonsenso e le proteste di commercianti e minoranza

download (1)Il Sindaco Biollino ha dichiarato, riguardo il progetto di riqualificazione di Piazza Castello e Via Mazzini, parte del Piano di Qualificazione Urbana finanziato dalla Regione Piemonte, che è stata richiesta una proroga per l’inizio dei lavori. Su questo punto, in qualità di capogruppo di Candelo Città Possibile e Presidente della Commissione Tutela Territorio, confermo quanto afferma il Sindaco, visto che la comunicazione è stata anticipata nel corso del Consiglio Comunale del 30 novembre u.s. e aggiungo, a nome del gruppo che rappresento, che questa richiesta non è che una scelta che nasce dalla giuste proteste dei commercianti, delle Associazioni di categoria e della minoranza, visto che si è voluto decidere sui lavori e sulla riorganizzazione dei parcheggi, senza un preventivo confronto pubblico e senza discuterne in Commissione approvando in fretta e furia il progetto esecutivo, quando di tempo per ragionare ce ne era abbondantemente.
 
Posso dire che è una vittoria e una battuta di arresto nei confronti di una Giunta che a parole promette confronto e condivisione con i candelesi ed invece nei fatti vuole, sempre e comunque, tirare dritto, ma questa volta non ha potuto fare a meno di non ascoltare le giuste esigenze di concertazione di chi viene toccato direttamente da queste scelte e che possono avere un impatto, anche rilevante, sull’economia di ogni singolo commerciante e creare non pochi problemi ai candelesi che risiedono in Piazza Castello.
 
Auspico una larga condivisione e rimango in attesa, come concordato e discusso nel corso del Consiglio del 30 novembre, che il Sindaco e l’Assessore ai Lavori Pubblici, una volta definitivo il quadro delle soluzioni alternative e delle migliorie, chiedano la convocazione della Commissione da me presieduta al fine di visionare le revisioni proposte.
Ribadisco e confermo che il nostro parere al progetto rimane, in via generale, positivo, in quanto lo riteniamo nel complesso un intervento migliorativo per il tessuto urbano, per il rilancio dell’economia locale e del turismo e l’inizio di una riqualificazione del paese che deve essere estesa ad altre parti del paese e anche agli edifici. Riconfermo che sul metodo il Sindaco e la Giunta sono BOCCIATI, e se prima eravamo solo noi di Candelo Città Possibile ad affermarlo, oggi posso dire che questo giudizio non è solo il nostro ed occorre, prima di decidere su questioni vitali per la nostra economia locale, confrontarsi con chi questa economia la alimenta giorno per giorno.
Candelo, 12 dicembre 2015
 
Renzo Belossi
Capogruppo Candelo Città Possibile e
Presidente Commissione Tutela del Territorio

#PiazzaCastello #PQU #Commercio #Parcheggi Se c’è un accordo per la modifica parcheggi, occorre condividerla

L’articolo di ieri, venerdì 13 novembre 2015, pubblicato su “il Biellese”, riportato sui sotto, è parziale rispetto quanto abbiamo dichiarato. Bene se c’è un accordo all’indomani dell’incontro tra Sindaco, Giunta e Commercianti e residente di Piazza Castello e Vie limitrofe, ma occorre che questo sia fatto alla piena luce del sole e nella massima trasparenza e condivisione, altrimenti ricadiamo nell’errore “madre” della gestione sbagliata del progetto di programmazione di questo intervento.

Per questo è giusto che sia convocata la Commissione Tutela del Territorio al fine di vagliare le ipotesi di modifica, ed è l’impegno che assume il nostro capogruppo Renzo Belossi nella qualità di Presidente di questa Commissione.

Infine per maggiore chiarezza riportiamo il link (https://candelocittapossibile.org/2015/11/11/piazzacastello-commercio-incontro-tra-giunta-e-commercianti-meglio-tardi-che-mai-ora-le-modifiche-ai-parcheggi/)al nostro articolo pubblicato su questo sito, in cui è possibile leggere la nostra dichiarazione integrale sulla riunione del 10 novembre tra esercenti e Sindaco

2015-11-13 22.00.39

#PiazzaCastello #Commercio Incontro tra Giunta e Commercianti.Meglio tardi che mai!!! Ora le modifiche ai parcheggi

Martedì 10 novembre si è tenuto l’incontro con i commercianti e i residenti di Piazza Castello e Vie limitrofe, a seguito della convocazione del Sindaco, per discutere del piano di qualificazione urbana che interessa queste zone del paese.

In rappresentanza del gruppo Candelo Città Possibile e in qualità di Presidente della Commissione Tutela del Territorio, ho preso parte alla riunione.

Innanzitutto mi preme rilevare come questa riunione sia arrivata tardivamente, perché, come già ribadito più e più volte e sino alla nausea, il tempo, per discutere il progetto di rifacimento della Piazza e la riconfigurazione dei posti auto, c’era abbondantemente e si è perso un sacco di tempo (circa 7 mesi), tanto da arrivare a sentire il Sindaco dichiarare che se ne è dimenticata per troppe cose da fare, scusandosi con i presenti. Ma come è possibile??? Per noi questa giustificazione non è ammissibile ed è sintomo di grande difficoltà amministrativa e di poca considerazione nei confronti dei candelesi e di chi svolge un’attività commerciale.

Unico fatto positivo è che finalmente i commercianti e i residenti hanno avuto modo di essere ascoltati e di portare le loro considerazioni e tutta la loro amarezza nei confronti della Giunta, per non essere stati ascoltati per tempo. Nel contempo sono state avanzate alcune proposte e soluzioni concrete, affinché si possano, in qualche modo, recuperare alcuni posti auto e l’impatto della nuova area pedonale sia mitigato, anche ricordando che la nuova zona senza auto non deve essere lasciate abbandonata a sé stessa senza iniziative e senza “vita” come accudati nella sperimentazione di questi mesi!!!

Lo ripeto, pur di essere noioso, tutto questo casino ingenerato da un approccio profondamente sbagliato del Sindaco e della Giunta, teso a non ascoltare nessuno, inclusa la propria maggioranza e aver sentito la Commissione solo a cose fatte, poteva essere evitato e oggi, novembre 2015, si poteva avere un progetto esecutivo già condiviso e che fosse un punto di equilibrio, tra un buon intervento di riqualificazione e le istanze motivate dei candelesi e chi vive con il commercio. Forse ci siamo arrivati, dopo la riunione di ieri, ma continuare ad amministrare in qBilancio Couesto modo è deleterio per tutta Candelo ed occorre cambiare registro e aprirsi al confronto, anche critico.

Ora le nuove soluzioni condivise devono diventare realtà, senza prese in giro, e io insieme alle colleghe del gruppo Candelo Città Possibile vigileremo affinché ciò avvenga.

Candelo, 11 novembre 2015

Renzo Belossi
Capogruppo “Candelo Città Possibile” e
Presidente Commissione Tutela Territorio

#PiazzaCastello #PQU #Commercio Proteste commercianti e residenti-Incontro sabato 7 novembre

downloadIeri, martedì 5 novembre, come anche documentato sulla nostra pagina facebook, sono comparsi in Piazza Castello i cartelli di protesta degli esercenti e dei residenti contro la diminuzione dei posti auto, a seguito dell’approvazione da parte ella Giunta del progetto esecutivo del Piano di Qualificazione Urbana.
Noi di Candelo Città Possibile – pur non avendo espresso un parere negativo in via generale al progetto, in quanto lo riteniamo nel complesso un intervento positivo per il tessuto urbano, per il rilancio dell’economia locale e del turismo e l’inizio di una riqualificazione del paese che deve essere estesa ad altre parti e anche agli edifici – sono mesi che diciamo al Sindaco e all’Assessore (sentiamo parlare di PQU da marzo/aprile 2015) che occorreva un confronto preventivo con i commercianti e i residenti, perché non è assolutamente vero, come afferma il Sindaco, che i tempi erano strettissimi, visto che di riorganizzazione dei posti auto se ne parla da febbraio 2015 e una prima bozza di planimetria circolava da quel mese. Sottolineiamo che, per di più, in tutti questi mesi l’Assessore poteva chiedere la convocazione alla Commissione Tutela del Territorio, presieduta dal nostro capogruppo, di visionare anche solamente la bozza o il progetto definitivo richiesta mai arrivata, e solo nella riunione della stessa Commissione di ieri sera si è preso visione del documento in oggetto, nella sua interezza, a progetto ormai già definito e non più modificabile, se non in corso d’opera con apposite varianti.
 
Ovviamente il confronto, come sempre per la Giunta Biollino, sarà fatto a cose già decise, e forse nemmeno viste da tutta la loro maggioranza!!!
Il metodo, ancora una volta, è stato quello sbagliato e su questo punto, per noi di Candelo Città Possibile, il Sindaco e la Giunta sono BOCCIATI, per questo informiamo che domani incontreremo i commercianti e i residenti, per informarli sulla questione, ascoltare le ragioni della protesta e fornire il nostro punto di vista, ed invitiamo tutti gli interessati a prendere parte alla riunione, che si terrà alle ore 15.00 nella nostra sede di Via Mazzini, 11.
Per Candelo Città Possibile
Renzo Belossi
Silvia Girardi
Erika Vallera