#Candeloinformata Consiglio comunale del 12 marzo: urbanistica, Ricetto, commercio e innovazione

fb_img_1464196852820.jpgIl consiglio comunale di lunedì 12 marzo è stato un momento di confronto positivo, su argomenti importanti per Candelo. E’ stato affrontato il tema urbanistico, con la proposta di alcune varianti non strutturali al Piano Regolatore: tra cui  un piano di recupero nel Nucleo di Antica Formazione, proposta non scontata e positiva per il recupero del centro storico e la possibilità in un futuro, di realizzare un parcheggio nell’area accanto alla passeggiata degli alpini al fondo di Via del Cervo, utile nei momento di grande afflusso di visitatori, visto che sempre più spesso, il problema dei parcheggi diventa grande soprattutto in occasione delle manifestazioni.

visione dall'alto RICETTO 991Altri due temi hanno tenuto banco e impegnato, in un confronto ricco di spunti e costruttivo, tutti i gruppi consiliari. Il Primo il Ricetto e la delibera strategica d’indirizzo che prevede azioni da noi condivise (censimento cellule, destinazioni d’uso concesse, eventi/iniziative ammesse, database delle attività) a ciò abbiamo aggiunto che occorre anche parlare di conservazione edilizia del bene, perché sono necessari interventi sulle parti pubbliche e quindi è necessario reperire risorse dedicate, e bisogna pensare anche alla gestione complessiva di questo grande patrimonio storico-culturale che è per Candelo e per il Biellese e oltre e con ciò intendiamo dire, come ormai da tempo affermiamo, che se vogliamo continuare a mantenere, e anzi innalzare i livelli di offerta di eventi e turismo, servono professionisti da affiancare alla Proloco, in quanto i soli volontari, che tanto fanno e hanno fatto, non possono giustamente reggere sulle spalle da soli un impegno così grande e che speriamo continui, sempre più, a svilupparsi.

1-LQHJ9eBbUJvtbVVTxCjMrgL’altro tema affrontato è stato il commercio, con la delibera di indirizzo con azioni e strumenti da offrire ai commercianti locali. Di questa proposta siamo particolarmente soddisfatti, in quanto già a fine 2017 proponemmo una mozione di impegno affinché l’amministrazione pubblicasse un bando per concedere contributi al commercio candelese- visto il periodo di crisi e le difficoltà causate dai cantieri-sulla base di proposte prima di tutto innovative; oggi anche quanto da noi allora proposto è stato recepito nella delibera e pensiamo che il nostro intervento sia stato utile nell’accelerare il percorso. Nel corso della discussione abbiamo anche voluto sottolineare come il commercio, oltre agli strumenti messi a disposizione del Comune, deve inserirsi sempre più in un’ottica propositiva e di collaborazione tra commercianti e Comune, vista anche con la ripresa delle attività dell’Associazione Commercianti Candelo che aveva avuto un fermo momentaneo; puntare sulla formazione e sulla qualità dei prodotti. E soprattutto sull’innovazione e la tecnologia, perché è vero che il web con l’e-commerce ha tolto fette di mercato ma anche vero che questo stesso strumento, può diventare, se utilizzato bene, una vetrina per la propria attività e un generatore di nuove vendite anche per i piccoli commercianti.

Il futuro passa anche da questo e Candelo, inserito in mondo globalizzato e in rete, non può starne fuori. E’ vero che gli sforzi da compiere sono tanti, ma se si compiono in collaborazione tutto può essere più facile e sicuramente più utile. Puntiamo da oggi in poi a una Candelo 2.0!

I Consiglieri comunali

Renzo Belossi

Silvia Girardi

Erika Vallera

 

#newsdalConsiglio No alla variante al PRG e i ritardi dei lavori in Piazza ci preoccupano

2014-03-17_11.37.46.jpgLunedì 28 novembre si è svolto il Consiglio Comunale, durante il quale abbiamo toccano tre temi fondamentali. Il primo riguarda la variante strutturale al Piano Regolatore Comunale (per inciso l’iter è iniziato ben 12 anni fa), questo atto di Consiglio è l’ultimo prima della sua finale definizione e attuazione. Sul punto abbiamo ribadito la nostra contrarietà, espressa sin dall’inizio della revisione attuata da questa Giunta alla variante in sé, in quanto ci aspettavamo molto di più in termini di programmazione generale, di sviluppo urbanistico-sociale-turistico-economico, di visione da qui a 10 anni, almeno, e di progetti atti alla riqualificazione dei Nuclei di Antica Formazione. Unica nota positiva è la diminuzione del consumo di suolo rispetto alle prime proposte e la riduzione delle aree di completamento, non per un ripensamento della Giunta, bensì grazie alla nuova Legge Regionale che impone di edificare maggiormente la dove il territorio è già “compromesso”  e di preservare il territorio da nuove cementificazioni.

Sullo scioglimento della convenzione con il Comune di Vigliano per lo Sportello Unico Attività Produttive, ci siamo astenuti, non tanto perché possiamo comprendere che per Candelo sia gravoso mantenerla come ha detto il Sindaco, visto il poco personale a disposizione, ma pensiamo che questa poteva essere l’occasione per costruire uno sportello come Unione Comuni della Pianura Biellese, entità di cui facciamo parte, ma che sembra ormai morta e sepolta e dimenticata da tutti i Sindaci dei Comuni che ne aderiscono, tanto da non sentirne più parlare e il Consiglio da oltre un anno non viene convocato. Pensiamo che questa Unione sia giunta al capolinea e prova ne è che il Comune di Gaglianico unirà la polizia municipale con il capoluogo. Crediamo, quindi, che il 2017 debba essere l’anno della verità: restarci e fare per davvero oppure guardare a nuovi orizzonti con altri Comuni, per proseguire in un cammino concreto di unione dei servizi e funzioni e razionalizzazione dei costi.

Infine, ultimo punto, è la discussione della nostra interpellanza sui lavori di costruzione della nuova fognatura che interessa Piazza Castello e Vie limitrofe. L’Assessore Lacchia ha risposto puntualmente alla nostre osservazioni sui ritardi, tanto da farci preoccupare ancor di più sull’andamento complessivo delle opere, a fronte del fatto-come affermato dal Sindaco e dall’Assessore Lacchia-che i lavori di rifacimento della pavimentazione di Piazza Castello, parte del Piano di Qualificazione Urbana, saranno appaltati tra fine anno e gennaio 2017 e possano subire rallentamenti dovuti al cantiere della fognatura, visto che i lotti operativi sulla Piazza e Via Mazzini (punti critici) saranno chiusi a dicembre e riprenderanno a gennaio. Siamo molto preoccupati di come si svolgeranno i due appalti, delle possibili interferenze e dei disagi che questi cantieri porteranno ai candelesi e ai commercianti, il tutto anche per scelte poco accorte dell’Amministrazione Comunale.

Il gruppo consiliare Candelo Città Possibile

Renzo Belossi Capogruppo

Silvia Girardi

Erika Vallera

#Consigliocomunale Giovedì 29 gennaio ore 20-Viabilità, Piano regolatore e Casa del principe

20140730-222416-80656504Giovedì 29 gennaio alle ore 20 nella sala Pier Carlo Robiolio c/o Centro Socio-culturale “Le Rosminiane” si terrà il Consiglio Comunale si parlerà tra le altre cose di:

  • viabilità, in seguito alla nostra interpellanza visto il caos che si è creato e che probabilmente, con il senso unico di Via Mazzini, si verrà a creare da lunedì 26 gennaio;

  • Piano regolatore comunale. Dopo 10 anni approda in consiglio comunale la delibera di adozione della variante strutturale al PRG;

  • Comodato della Casa del Principe al Ricetto tra Fondazione Cassa di Rispario di Biella e Comune. Vogliamo sapere costi, benefici dell’operazione e cosa si farà di questa struttura.

Partecipate numerosi, perché il comune non di chi lo amministrata ma dei candelesi